Il Bando
di Concorso

Presentiamo il Bando di Concorso rivolto alla progettazione di un luogo per la memoria dedicato alla vicenda dei ragazzi ebrei accolti e salvati a Nonantola tra il 1942 e il 1943.

*

Convegno internazionale
«Davanti a Villa Emma»

Nel giugno 2016 si è svolto un convegno a Nonantola che ha riflettuto su questioni storiografiche, elementi architettonici e aspetti teorici riconducibili al nostro progetto. Presentiamo i risultati.

Un luogo
a questa storia

Un saggio apre il dialogo con i progettisti, offrendo loro i risultati di una ricerca durata tre anni e una serie di osservazioni nate dal gruppo di studio che la Fondazione Villa Emma ha costituito in vista del Concorso.

Perché Nonantola?

Vera Vigevani Jarach, Bruno Segre, Pupa Garribba: tre bambini in fuga. Testimoni di un’infanzia negata e di una salvezza dicono, davanti a Villa Emma, che bisogna costruire un luogo per la memoria dei ragazzi ebrei arrivati a Nonantola fra il 1942 e il 1943. E lo dicono guardando al futuro.

Sostieni il progetto «Davanti a Villa Emma»

Per contribuire alla costruzione del luogo di memoria dedicato ai ragazzi ebrei salvati a Nonantola, scrivi a
info@fondazionevillaemma.org
riceverai informazioni sugli sviluppi del progetto.

Villa Emma sui social